PREMIO DONATELLA FORESTI

PREMIO DONATELLA FORESTI

Regolamento di assegnazione del premio (aggiornato al 27/3/2018)

La prima edizione del “premio Foresti” viene istituito in occasione del 9° Congresso Nazionale del GIS RASM-AIRM tenutosi ad Abano Terme il 12 Ottobre 2012 per ricordare il lavoro della collega Donatella Foresti, fondatrice dell’Istituto Soncin di Padova e prematuramente scomparsa nel 2011.

Il Premio è rivolto a tutti i giovani terapisti (Fisioterapisti e/o Terapisti Occupazionali) che non abbiano ancora compiuto il 35° anno di età che preparano e presentano nel corso del Congresso un proprio lavoro inerente il tema principale del Congresso o in generale sulla riabilitazione della mano e dell’arto superiore.

La presentazione troverà spazio all’interno di una apposita sezione del Congresso e prevederà modalità e tempi di presentazione annualmente definiti dalla Commissione Scientifica del Congresso.

Il Premio consiste in una somma di denaro annualmente decisa dai responsabili dell’Istituto Soncin che verrà consegnato direttamente al vincitore da un rappresentante dell’Istituto Soncin nel corso dell’annuale Congresso AIRM con sobria cerimonia tramite assegno bancario emesso dalla Banca di riferimento dell’Istituto Soncin.

L’AIRM si impegna a rilasciare tempestivamente una dichiarazione di avvenuta consegna del Premio specificando il Nome e Cognome del premiato nonché il titolo del lavoro presentato. A sua volta il vincitore emetterà all’Istituto Soncin una certificazione (ricevuta, fattura,...) di avvenuta riscossione del Premio.

I lavori dovranno essere presentati nei tempi richiesti e debitamente comunicati dalla Segreteria Organizzativa e sarà la Commissione Scientifica del Congresso ad accettare quelli ritenuti più interessanti, che potranno essere presentati nel corso del Congresso.

La stessa Commissione Scientifica si occupa di valutare i lavori dei terapisti in sede Congressuale in base ai seguenti criteri di valutazione:
a) Presentazione (= qualità e quantità delle modalità utilizzate nell’esporre il lavoro)

b) Chiarezza espositiva (= capacità del relatore di esporre efficacemente i contenuti del lavoro)

c) Rilevanza clinica (= rigore scientifico nella raccolta dei dati, possibile ricaduta nella pratica clinica,...)
d) Pertinenza (= quanto è aderente al tema del Congresso)
e) Abstract (= rispetto dei criteri di scrittura :Titolo, Introduzione, Metodi, Risultati, Discussione, Bibliografia)

Per ogni criterio si assegna una valutazione che prevede i seguenti punteggi: 5: eccellente
4: buono
3: sufficiente

2: non buono 1: scarso

Alla fine delle presentazioni verrà fatta la somma dei punteggi di ogni membro giudicante relativo ad ognuna delle presentazioni e la media dei punteggi determinerà la classifica finale.

I membri della Commissione devono essere presenti durante le presentazioni; se ciò non fosse possibile, saranno sostituiti da un collega in precedenza identificato, solo per votare le relazioni che non è stato possibile ascoltare (ad esempio per la concomitanza con presentazioni al Congresso SICM o altro).

Milano, 27 Marzo 2018

per AIRM
la Presidente Claudia Viganoni

per l’Istituto SONCIN la Dott.ssa Loriana Esposito