Storia dell’AIRM

A.I.R.M.  Associazione Italiana Riabilitazione Mano
Il 19 settembre 2007 si è costituita, a Firenze, l’A.I.R.M, Associazione Italiana Riabilitazione  Mano.
Le  Associazioni dei Terapisti della Mano sono collegate tra loro nella Federazione Europea E.F.S.H.T., ed Internazionale I.F.S.H.T., di Riabilitazione della Mano; in molti paesi sono collegate con le federazioni Europee e Internazionali di Chirurgia della Mano
L’AIRM nasce dall’esigenza di adeguare il G.I.S. R.A.S.M., Gruppo Italiano Specialistico Riabilitazione Arto Superiore e Mano, istituito come altri Gruppi specialistici all’interno dell’Associazione che rappresenta i Fisioterapisti in Italia,  A.I.F.I , alle normative europee EFSHT  ed internazionali IFSHT.
Tali direttive prevedono il riconoscimento di un solo Gruppo per nazione che abbia al suo interno anche  Terapisti Occupazionali con cariche elettive.
La neoassociazione AIRM ha valenza e rappresentanza europea e internazionale.
L’istituzione dell’AIRM ha consentito di fatto l’accreditamento internazionale che da più di 20 anni la Riabilitazione della Mano aspettava, mettendo a disposizione la lunga esperrenza sul campo,la competenza professionale dei colleghi9 dell’AITM prima e del GIS RASM poi .

  • G.I.S. R.A.S.M.  e A.I.R.M. hanno medesimi scopi ed obiettivi: diffondere la ricerca e la cultura della Riabilitazione della Mano e dell’Arto Superiore.
  • Nello statuto dell’A.I.R.M. è citato” I Soci fisioterapisti devono essere obbligatoriamente iscritti all’A.I.F.I.  ed i Soci Terapisti Occupazionali devono essere obbligatoriamente iscritti all’A.I.T.O., Associazione  Italiana Terapisti Occupazionali.
  • Il G.I.S. R.A.S.M.  rimane il Gruppo di riferimento per la Riabilitazione della Mano e dell’Arto Superiore  in Italia.
  • I soci fisioterapisti non devono pagare alcuna quota ulteriore per essere iscritti AIRM (devono solo barrare l’adesione )
  • L’AIRM  rappresenta entrambe le figure professionali all’estero

2007 -2010
Primo Direttivo dell’AIRM con seguenti cariche
Presidente Giulia Guidi
Vicepresidente Elide De Luca
Segretaria Annalisa Nesti
Tesoriere Lorenza Cappelli
Consiglieri :Claudia Viganoni,Claudia Cotroneo ,Karin Pedron
Revisore dei conti Maurizia Totis
Rappresentante Europeo Tracy Fairplay
Rappresentate Internazionale Rose Luciano
Provibiri M.Teresa Botta ,Alessandro martiradonna ,Marcello Zecca
Rapporti con L’Aito Claudia Cotroneo
La prima volta che l’Airm è stata presente al IX congresso Europeo dell EFSHT è stata in giugno 2008 a Losannapresentando relazioni e un poster
2008
DELEGAZIONE ITALIANA A LOSANNA PER IL CONGRESSO EUROPEO DI TERAPISTI DELLA MANO EFSHT
(EUROPEAN FEDERATION OF SOCIETIES FOR HAND THERAPY)

Si è tenuto a Losanna, Svizzera, dal 19 al 21 giugno 2008 il IX° Congresso Europeo della Federazione delle Associazioni dei Terapisti della Mano in contemporanea con il XIII° Congresso Europeo della Federazione delle Associazioni dei Chirurghi della mano.
Questo Congresso ha fornito un’ottima opportunità di aggiornare le conoscenze presenziando alle sessioni scientifiche principali, che riguardavano le fratture ed i traumi, l’algoneurodistrofia, le lesioni nervose, tendinee ed i sistemi di valutazione.
Gli interessi professionali più peculiari hanno trovato valide risposte nei ben dodici workshop riguardanti le radiografie del polso, la riabilitazione della sensibilità, la misurazione della forza, l’esame del polso, l’uso di sistemi d’immobilizzazione elastici, le lesioni tendinee degli estensori e dei flessori,le metodologie di conduzione di studi clinici, l’educazione dei pazienti, le problematiche delle articolazioni interfalangee prossimali, le modalità di formazione del terapista della mano nei vari Paesi, i questionari come sistemi di valutazione degli outcomes, l’analisi degli esercizi, l’intolleranza al freddo.
La sessione dedicata ai numerosissimi poster è stata estremamente ricca di spunti e di scambi tra i presenti ed i colleghi che illustravano il loro elaborato.
L’estremo interesse scientifico dei tre giorni è stato ulteriormente arricchito dalla attuale presidente della IFSHT, Judy Colditz, con l’interessantissimo workshop sull’esame clinico della rigidità dei muscoli interossei e lombricali e sulle modalità di formazione del terapista della mano anche mediante moduli di apprendimento con supporti audiovisivi.
La sessione congiunta con la FESSH, Federazione Europea delle Associazioni di Chirurgia della mano, ha riguardato lo spinoso e comune problema della rigidità e del trattamento chirurgico-riabilitativo.
L’Italia ha partecipato attivamente nella sessione poster con l’elaborato di Claudia Cotroneo, “Il ruolo della terapia occupazionale nel paziente con S.L.A : case report”; nella sessione comunicazioni libere Giulia Guidi, Claudia Cotroneo, Annalisa Nesti con la comunicazione “ Il pollice reumatoide e le sue deformità: il trattamento conservativo”; Pegoli L., Zibetti S., Cortese PG., Pajardi G; “L’artrosi trapeziometacarpale: trattamento conservativo e postoperatorio”; nella sessione principale “Fratture e traumi” Annalisa Nesti,M. Tersa Botta , Giulia Guidi, Claudia Cotroneo,  con la relazione “Le lesioni traumatiche complesse della mano: la riabilitazione della rigidità delle dita lunghe”; Ferrario V. Pegoli., Maffi D., “Il trattamento riabilitativo dopo riparazione chirurgica delle lesioni del complesso fibrocartilagineo”, mentre nella sessione congiunta FESS-EFSHT Silvio Tocco ha presentato la relazione “Il casting seriale nelle contratture in flessione delle PIP. Uno studio retrospettivo”
La Collega Tracy Fairplay ha moderato la sessione dedicata alle articolazioni interefalangee prossimali , dove la  collega  Guidi ha presentato la relazione “Artoprotesi in pirocarbonio dell interflaangee prossimali delle dita lunghe mediante accesso laterale ;follow up a lungo termine di protocolo riabilitativo con mobilizzazione attiva precoce.
Di notevole importanza infine l’occasione di conoscere e stringere contatti con i Colleghi  degli altri Paesi europei, Belgio, Cipro, Danimarca, Finlandia, Francia, Grecia, Olanda, Norvegia, Portogallo, Slovenia, Svezia, Svizzera, Turchia, Gran Bretagna, Ungheria, Irlanda, Polonia, Spagna e di poter porre le basi per significativi scambi culturali futuri.
Ma la notizia più attesa e di maggior soddisfazione è stata la nomina a futura Presidente (2010) dell’EFSHT  di Tracy Fairplay, traguardo meritato per la nostra Collega che così bene ci rappresenta all’estero: a Tracy vanno tutte le nostre più sincere congratulazioni, gli auguri per un proficuo lavoro e la promessa del supporto di tutto il gruppo.
Durante il direttivo di trapani 2008 tenutosi durante il 5° congresso Nazionale è stato affidato l’incarico dirappresentante Europea a Claudia Cotroneo per le dimissioni della collega Fairpaly che lascia l’incarico per svolgere il mandato come presidente Europea